Le Grotte di Nettuno

Le Grotte di Nettuno sono spettacolari formazioni carsiche che risalgono ai tempi preistorici. Si trovano ad Alghero, città bellissima del Nord Sardegna.
Un pescatore locale le scoprì nel XVIII secolo e da allora rappresentano una meta turistica importante, ma anche un grande richiamo per gli speleologi, gli unici che possono accedere a tutte le gallerie esistenti.

Come accedere

Per visitarle si possono scendere i 645 gradini che formano la Escala del Cabirol (scala del capriolo) che si inerpica sul massiccio di Capo Caccia. L’altra possibilità è arrivarci via mare con le imbarcazioni che partono da Alghero o Capo Caccia. Il pubblico può visitarne solo una parte rispetto ai 4 km totali.

Le formazioni visitabili dal pubblico
  • il lago La Marmora: un lago salato sotterraneo, tra i più grandi laghi salati d’Europa, che al centro ha una grande stalagmite a colonna detta Acquasantiera perché contiene acqua dolce nelle piccole vaschette situate nella sommità
  • la sala delle Rovine: il suo nome deriva dai danni causati dai visitatori nell’800
  • la sala della Reggia: presenta maestose colonne calcitiche alte fino a 18 metri
  • la sala dell’Organo ( o sala Smith da uno dei primi esploratori): al suo interno una colonna, la più maestosa, le cui colature ricordano le canne di un organo
  • la Sala delle Trine e dei Merletti: una sala fatta di piccole colonnine
  • la Tribuna della musica: una sorta di balconata che si affaccia sulla Reggia e sul lago

Scopri qui come visitare le grotte di Nettuno


Photo by Danilo Carta da Pixabay