Castelsardo: un borgo medievale a strapiombo sul mare

Castelsardo è un autentico borgo medievale a strapiombo sul mare. Sorge su un promontorio vulcanico che domina il Golfo dell’Asinara, nel nord-ovest della Sardegna.

Castelsardo si sviluppa attorno al castello medievale dei Doria, costruito nel 1102 dalla nobile famiglia genovese, come sua inesepugnabile roccaforte.
Il suggestivo Castello dei Doria si mantiene ancora intatto dopo secoli, ed è visitabile tutto l’anno. Al suo interno ha sede uno dei musei più visitati della Sardegna: il Museo dell’Intreccio Mediterraneo MIM, dove ammirare i tipici cestini tradizionalmente intrecciati a mano e anche un incredibile panorama sull’intero golfo.

Superati i bastioni che la circondano, ci si ritrova un labirinto di stradine contorte e ripide scalinate, numerose chiese e monumenti di notevole interesse storico. Proprio per il fascino e la perfetta conservazione della sua fisionomia originale, Castelsardo fa oggi parte dell’esclusivo Club dei Borghi più belli d’Italia.

Castelsardo offre anche splendide spiagge di sabbia dorata e acqua cristallina, incastonate fra rocce dalle forme uniche. Solo per citarne alcune: Punta La Capra, Cala Ostina, Lu Bagnu e Platamona, vicina alla splendida isola dell’Asinara.
Bellezza, storia e mare da cartolina: a Castelsardo non manca proprio nulla per farvi innamorare.

DA VEDERE

• Cattedrale di sant’Antonio Abate (1586)
A picco sul mare, è visibile anche da diverse miglia, grazie al suo campanile ricoperto di maioliche colorate.

• Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Custodisce alcuni notevoli tesori, come La Pieddai, statua raffigurante la Madonna in legno policromo; e soprattutto il crocefisso ligneo del “Cristo Nero”, il più antico della Sardegna.

• La Roccia dell’Elefante
Splendida scultura naturale e testimonianza storica di insediamenti locali già a partire dal Neolitico.

• Il palazzo La Loggia
Sede dell’antico municipio fin dal XII secolo.

• Basilica di Nostra Signora di Tergu
Espressione dell’architettura romanica e meta del suggestivo pellegrinaggio del Lunissanti. Si parte all’alba e ritorna di notte, con la luce delle fiaccole.

SCOPRI DI PIÙ: sardegnaturismo.it

Photo credit: manuela.seupees on Visualhunt / CC BY-NC-SA