Gli olivastri millenari di Luras

Olivastri millenari

Olivastri millenari di Luras: spettacoli naturali del Nord Sardegna

Dove crescono gli alberi più vecchi del mondo…

Gli Olivastri Millenari di Luras sono tra gli alberi più antichi del mondo.
L’olivastro più anziano, chiamato Il Grande Patriarca o S’Ozzastru, è l’albero più vecchio d’Europa. La circonferenza del suo tronco misura 12 metri, 600 sono i metri quadri di superficie ombrosa che riesce a creare e ben 4.000 i suoi anni stimati.
Tutte ottime ragioni per essere dichiarato Monumento Naturale dal 1991 e inserito nel Decreto Ministeriale per la Regione Sardegna tra i 20 alberi secolari.

Sempre nei dintorni, potrete ammirare anche un altro olivastro più “giovane” che vanta l’età di 2.000 anni. Questo altro esemplare è alto ben 8 metri. 

SCOPRI IL CUORE DELLA GALLURA

La Sardegna è celebre per la longevità dei suoi abitanti; sarà per questo che gli olivastri la scelsero per mettere radici, qualche millennio fa.  Gli alberi in questione si trovano infatti a Luras, in un bel posticino nel cuore della Gallura, in prossimità del lago Liscia e della città di Tempio Pausania.

Sotto le loro fronde accolgono ogni anno tantissimi visitatori, che arrivano da tutto il mondo per contemplare questi straordinari esempi di saggezza
Una volta arrivati in località Karana, in prossimità del Lago Liscia e a poca distanza dalla Chiesa di Santo Baltolu, potrete decidere se ammirare questi maestosi alberi in totale autonomia o godere delle tante escursioni organizzate in cui potrete scoprire curiosità e aneddoti sugli olivastri di Luras.

E poi scegliere di fare una gita in battello sullo splendido lago antistante. 

Una giornata diversa, lontana dal mare e dalla vita movimentata della corsa, ma emozionante e magica. Un modo diverso di scoprire il meraviglioso nord Sardegna.

Se vi fermate nel paese di Luras, vi consigliamo una visita al paesino e al museo Galluras, dove, tra antichi reperti e testimonianze della cultura e delle tradizioni locali, troverete anche lo strumento dell’accabadora.

L’accabadora era una figura molto importante nella società sarda, perché questa donna praticava l’eutanasia ante litteram. Negli ultimi anni è diventata celebre grazie un romanzo della scrittrice sarda Michela Murgia.


Photo by liggraphy da Pixabay

Visita anche… La Roccia dell’elefante a Castelsardo

Comments are closed.